2013 disastroso per l’eolico in Italia

Le nuove installazioni di centrali eoliche in Italia nel 2013, grazie alla riduzione degli incentivi e al sistema delle aste, è stata tra le più basse dell’ultimo decennio con soli 450 Mw di potenza installata. La produzione elettrica, dopo oltre 20 anni di sviluppo dell’eolico in Italia e svariati miliardi di euro gettati al vento in incentivi si ferma al 4,7% dei consumi elettrici. Fallimento totale anche nel campo occupazionale con la perdita di 10.000 posti di lavoro drogati dagli incentivi. A fronte di questi magri risultati intere regioni del centro sud hanno visto i loro crinali devastati dagli aerogeneratori.

Fonte: Qualenergia.

Questa voce è stata pubblicata in Analisi Energetica, Costi per la collettività. Contrassegna il permalink.