CLIMA: E’ BUONO L’ESEMPIO DELL’UNIONE EUROPEA?

L’Europa contribuisce alla produzione totale di CO2 per l’11%, una quota destinata a ridursi per il prevedibile aumento delle quantità prodotte da altri Paesi che non hanno ratificato il Protocollo di Kyoto e, soprattutto, Paesi in via di sviluppo. Si è posta inoltre, per la prossima decade, obiettivi molto ambiziosi, confidando di proporsi con ciò come il modello da seguire, in un politica di “leading by example”. Si può tuttavia dubitare della bontà di tale politica e della sua efficacia, rispetto ad un più rude approccio “Coercing through interest”.

via l'Astrolabio.

Questa voce è stata pubblicata in Analisi Energetica, Costi per la collettività e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.