Eolico in Francia e ondata di freddo: contributo scarso ed estremamente variabile

Un’analisi, basata sui dati ufficiali resi disponibili dal gestore di rete, mostra come in Francia l’energia eolica nella recente ondata di freddo abbia contribuito in modo del tutto marginale alla generazione elettrica nonostante vi sia stata un’elevata ventosità. L’eolico ha alternato momenti di discreta produzione con momenti produzione minore, a causa dell’estrema variabilità metereologica. In Francia sono installati circa 7.000 MW eolici. Il 5 febbraio la massima produzione si è avuta di notte, in un’ora di basso consumo per circa 2.400 MW: tale produzione si è ridotta ad un terzo (731 MW) nel momento di richiesta di picco, ovvero nel pomeriggio.
Discorso simile il 6 febbraio quando la minima produzione si è raggiunta in un’ora di punta (798MW alle 10:30), mentre la massima produzione del periodo si è raggiunta in un orario fuori picco ovvero 3778MW alle ore 20:30 del 7 febbraio.

Fonte: RTE

Questa voce è stata pubblicata in Analisi Energetica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.