Irlanda, con l’aumentare della penetrazione dell’eolico diminuisce drasticamente l’efficacia nella riduzione delle emissioni di CO2

Uno studio sui dati del sistema elettrico irlandese dove l’eolico ha raggiunto una penetrazione del 17% mostra come, con l’introduzione di un’alta percentuale di energia eolica intermittente nella rete non si siano raggiunte le riduzioni di emissioni previste e che il contributo dell’energia eolica all’abbattimento della CO” è molto minore di quello preventivato. Ciò è dovuto al fatto che l’eolico rimpiazza principalmente i generatori a gas, ovvero quelli che contribuiscono meno alle emissioni, e in misura minore quelli più inquinanti (a carbone e torba) e che introduce nelle centrali termiche delle inefficienze legge ai maggiori cicli di accensione-spegnimento che determinano un consumo addizionale di combustibile. L’efficienza dell’eolico nel ridurre le emissioni è pari solo al 53% del fattore medio di emissione del parco generatori, pari 0,28 tCO2/MWh.
Ovviamente ciò determina che i benefici ambientali dell’eolico sono stati largamente sovrastimati.

Fonte: Quantifying CO2 savings from wind power: Ireland, Joe Wheatley

Questa voce è stata pubblicata in Analisi Energetica. Contrassegna il permalink.