Pale eoliche, avifauna a rischio

Nei territori di Crispiano e di Massafra, tre giorni fa, il Corpo Forestale dello Stato ha sequestrato una ventina di pale eoliche posizionate lungo una delle rotte migratorie di alcune specie di uccelli. Si riaccendono le polemiche all’interno della grande famiglia dei difensori dell’ambiente. Da un lato chi vuole energia pulita a qualunque costo, dall’altro chi tiene per il paesaggio e contrasta sia l’inquinamento acustico che la moria di volatili. Quest’ultimo aspetto del problema, la strage a danno dell’avifauna, è oggetto di dibattito infuocato

via Quotidiano di Bari .

Questa voce è stata pubblicata in Avifauna e biodiversità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.