Archivi categoria: Occupazione

La lobby eolica in Puglia gioca la carta del ricatto occupazionale

La società NextWind, già nota per aver organizzato una campagna pubblicitaria dal titolo Lecce 2080, il cui succo era che se non avessero potuto prelevare incentivi dalle nostre tasche e rovinare il paesaggio pugliese con le loro centrali eoliche saremmo … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su La lobby eolica in Puglia gioca la carta del ricatto occupazionale

UK, i costi delle politiche climatiche fanno scappare le industrie

Forte preoccupazione del mondo industriale britannico per l’aumento dei costi energetici dovuti alle politiche di incentivazione delle fonti cosiddette rinnovabili. Il Presidente della Associazioni industriali chiede una qualche forma di supporto pubblico per le industrie colpite dagli aumenti di prezzi. … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su UK, i costi delle politiche climatiche fanno scappare le industrie

Italy and the Eco-Mafia

Un articolo apparso su The American, giornale dell’American Enterpirise Institute, nell’ambito di un’inchiesta sui cosiddetti green jobs, fa il punto sugli scarsi ritorni occupazionali legati alle fonti cosiddette rinnovabili e sulle infiltrazioni della criminalità: Come in Spagna la corruzione ha … Continua a leggere

Pubblicato in Criminalità, Occupazione | Commenti disabilitati su Italy and the Eco-Mafia

I danesi licenziano i lavoratori dell’eolico per andare in Cina e l’Unione Europea paga i sussidi…

La Commissione Europea ha approvato un pacchetto di sussidi a favore dei lavoratori di due aziende danesi per favorire il ritorno all’impiego di lavoratori copiti dalla globalizzazione. La domanda danese riguarda una fabbrica navale l’Odense Steel Shipyard il fabbricante di … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Commenti disabilitati su I danesi licenziano i lavoratori dell’eolico per andare in Cina e l’Unione Europea paga i sussidi…

Energie rinnovabili, c’è poco da invidiare la Germania

Uno studio pubblicato di recente dall’Istituto di Ricerca Rheinisch-Westfälisches Institut für Wirtschaftsforschung (RWI) mette in luce come le politiche di incentivazione delle fonti rinnovabili in Germania, lungi dall’essere un modello da imitare per altri paesi, abbiano fallito gli obiettivi ambientali, … Continua a leggere

Pubblicato in Analisi Energetica, Costi per la collettività, Occupazione | Commenti disabilitati su Energie rinnovabili, c’è poco da invidiare la Germania

Leitwind, l’eolico italiano che in gran parte non è italiano

Qualsiasi iniziativa industriale trova in Italia condizioni non certo favorevoli: alto costo dell’energia e del lavoro, incertezze burocratiche e quant’altro. Non fa certo eccezione l’industria eolica che vede l’unico produttore italiano, la sudtirolese Leitwind, spinoff dell’azienda Leitner, spesso accreditarsi come … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Commenti disabilitati su Leitwind, l’eolico italiano che in gran parte non è italiano

Quello che non dicono sui green jobs…

Un’analisi di Gürcan Gülen (Senior Energy Economist, Center for Energy Economics, University of Texas – Austin) ha preparato per il Copenaghen Consensus Center un dettagliato studio che critica le molte omissioni negli studi che promettono un incremento dei posti di … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Commenti disabilitati su Quello che non dicono sui green jobs…

L’impatto economico delle rinnovabili: il caso del Montana

Uno studio eseguito dalla Suffolk University ha cercato di calcolare quali saranno gli impatti economici della Legge che prevede una quota obbligatori di energia rinnovabile sull’economia dello stato americano del Montana. Lo Stato, che prevede di soddisfare questo obbligo prevalentemente … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su L’impatto economico delle rinnovabili: il caso del Montana

Anche le energie rinnovabili possono rivelarsi dei “mostri” ecologici

Un articolo di Giorgio Prinzi, presidente del CIRN, a proposito della corsa alle rinnovabili: Aver investito nelle istallazioni di pannelli o mulini a vento ha determinato la creazione di un sistema economico garantito da soldi pubblici, quindi una potenziale bolla … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Commenti disabilitati su Anche le energie rinnovabili possono rivelarsi dei “mostri” ecologici

Eolico negli USA, licenziate altre 150 persone

La società LM Wind Power ha annunciato il licenziamento di 150 persone presso il proprio stabilimento di Grand Forks nel Nord Dakota, a causa della drammatica riduzione del numero di installazione di aerogeneratori negli ultimi mesi Fonte: Grand Forks Herald.

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Eolico negli USA, licenziate altre 150 persone

Eolico in Gran Breatgna: 120 licenziamenti

L’eolico continua a creare disoccupazione: 120 dipendenti sono stati licenziati dalla fabbrica di Campbletown in Gran Bretagna della società Skycon, che è fallita. Fonte: Morning Star.

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Eolico in Gran Breatgna: 120 licenziamenti

Spagna, con l’eolico il caffè più costoso del mondo

Con l’anno nuovo le bollette elettriche degli spagnoli aumenteranno del 10% per finanziare in gran parte la costosa politica iberica di sviluppo delle rinnovabili. La denuncia viene dal Prof. Calzada, presidente dell’Instituto Juan de Mariana, che per primo ha dimostrato … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Spagna, con l’eolico il caffè più costoso del mondo

Texas: i posti di lavoro creati con l’eolico sono pochi e carissimi

Un nuovo rapporto delle autorità contabili del Texas mette in luce come le politiche di incentivazione pubblica all’occupazione tramite la costruzione di centrali eoliche siano disastrosamente inefficienti: I crediti fiscali accordati a 63 centrali eoliche hanno avuto un costo di … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Texas: i posti di lavoro creati con l’eolico sono pochi e carissimi

USA: finiscono gli incentivi, finiscono i posti di lavoro nelle rinnovabili

L’accordo fiscale tra il Presidente Obama e la maggioranza repubblicana alla Camera esclude un’estensione dei crediti d’imposta alle aziende che realizzano centrali eoliche e solare, in scadenza alla fine dell’anno. Conseguenza di questo, come già avvenuto in alcune occasioni in … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su USA: finiscono gli incentivi, finiscono i posti di lavoro nelle rinnovabili

Vestas: green jobs sì, ma dove costano poco

Il CEO di Vestas risponde così alle polemiche scatenate dalla decisione di licenziare 3.000 persone in Danimarca: Oggi per Vestas è più economico costruire un aerogeneratore in Spagna e spedirlo in Svezia, piuttosto che costruirlo in Danimarca e spedirlo nel … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Commenti disabilitati su Vestas: green jobs sì, ma dove costano poco

Licenziamenti eolici: persi altri 110 posti di lavoro

Ancora effetti negativi per l’occupazione dalla crisi dell’industria eolica: è il turno dell’indiana Suzlon di chiudere uno stabilimento negli USA (Pipestone, Minnesota) e di lasciare a casa senza complimenti 110 lavoratori. Fonte: StarTribune.com

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Licenziamenti eolici: persi altri 110 posti di lavoro

I produttori di torri eoliche prendono i soldi pubblici e falliscono

Secondo quanto scrive la BBC, la società danese Skykon, che aveva ricevuto 9,2 milioni di sterline dal governo scozzese per rilevare una fabbrica chiusa dalla Vestas promettendo 400 posti di lavoro, avrebbe cessato i pagamenti ai creditori, anticamera del fallimento. … Continua a leggere

Pubblicato in Costi per la collettività, Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su I produttori di torri eoliche prendono i soldi pubblici e falliscono

Vestas licenzia 3.000 persone

Il crollo dei profitti e delle vendite costringe il più grande produttore di pale eoliche mondiale, la danese Vestas, a licenziare il 14% dei dipendenti pari a 3.000 persone. Verranno chiusi tre stabilimenti in Danimarca e uno in Svezia. Addio … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Commenti disabilitati su Vestas licenzia 3.000 persone

Vestas USA, problemi per la salute dei lavoratori nello stabilimento in Colorado

In seguito a denunce dei lavoratori e a un’inchiesta giornalistica è risultato che alcuni lavoratori dello stabilimento Vestas di Windsor in Colorado sarebbero stati esposti a sostanza chimiche pericolose (resine epossidiche) utilizzate nella produzione delle eliche delle torri eoliche. Alcuni … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione, Rumore e salute | Commenti disabilitati su Vestas USA, problemi per la salute dei lavoratori nello stabilimento in Colorado

Eolico in Spagna: nel 2009 persi 13.000 posti di lavoro

Secondo l’ultimo rapporto dell’Agenzia Internazionale per l’Energia sull’energia eolica nel 2009 gli occupati nel settore dell’energia eolica sono crollati del 35% ovvero circa 13.000 unità. L’eolico si conferma ancora una volta una fonte di occupazione largamente aleatoria, molto inferiore per … Continua a leggere

Pubblicato in Occupazione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Eolico in Spagna: nel 2009 persi 13.000 posti di lavoro