Altro che sconti: vola il costo dell’energia per negozi

“Secondo il bollettino trimestrale di Confcommercio sull’indice del costo dell’elettricità sul terziario (Icet), rispetto a dodici mesi fa i costi dell’energia elettrica per le imprese di negozi e alberghi sono saliti del 3,2 per cento. 
Di certo non è responsabile il costo della materia prima, che nel primo trimestre 2014 risulta in calo del 7,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima (-1,1% rispetto al trimestre precedente). Lo sono invece i cosiddetti oneri oneri impropri, o parafiscali (voci A della bolletta), finalizzati a coprire varie voci, tra cui incentivi alle fonti rinnovabili o assimilate e e regimi tariffari speciali. Sono cresciuti di ben il 17,6% rispetto al primo trimestre 2013 e del 7,2% rispetto al trimestre precedente.”

Fonte: Linkiesta.

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività. Contrassegna il permalink.