Aumento bollette in Europa, male i domestici, malissimo gli industriali

Poco o nullo risalto sulla stampa ha avuto invece il dato più interessante (e purtroppo più sconfortante) riguardante il costo delle forniture industriali di energia elettrica che vede l’Italia registrare i maggiori aumenti in Europa. Per le utenze industriali con un consumo annuo compreso tra 500 MWh e 2000 MWh l’aumento medio annuo del costo dell’energia elettrica in area euro è stato pari al 5,69%, in Italia l’aumento registrato è stato pari al 19,76% (si veda tabella seguente), seguono Turchia (+17,69%) e Bulgaria (+16,32%), in Germania si è registrato un aumento del 4,34%, in Francia un calo del 2,48%. In valore assoluto la fornitura di energia per le aziende italiane risulta essere la seconda più costosa nell’area euro con 19,9 centesimi di euro per chilowattora, contro i 13 c€/kWh della Germania ed i soli 7,9 c€/kWh della Francia.

Fonte: Assoelettrica.

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività. Contrassegna il permalink.