Gli incentivi alle rinnovabili elettriche sono un disastro per il PIL

Una elementare confutazione della balzana tesi secondo cui pagare cifre spropositate per gli incentivi agli speculatori delle rinnovabili elettriche fa bene all’economia del Paese

Negli scorsi mesi circolava con grande clamore sui più importanti quotidiani italiani, come ad esempio il Corriere Economia, l’annuale rapporto IREX sulle rinnovabili, di cui ci siamo già occupati, avendo esso avuto come sponsor nientemeno che l’allora Ministro dell’Ambiente Clini.

Oggi vogliamo dedicare la nostra attenzione, a tacer d’altro, all’ardita affermazione, riportata nel succitato articolo, dell’amministratore delegato di Althesys e “capo del team di ricerca” secondo cui “le ricadute occupazionali e gli effetti sul Pil sono le principali voci positive del bilancio”. Chissà le voci negative, allora, se le ricadute occupazionali sono quelle che si scorgono negli immensi campi fotovoltaici e negli impianti eolici deserti di lavoratori e considerando il disastro provocato direttamente e indirettamente al Prodotto Interno Lordo in caduta libera.

via Rete della Resistenza sui Crinali.

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività. Contrassegna il permalink.