La crescente assurdità della politica energetica tedesca

Un articolo del Financial Times critica pesantemente la “Energiewende”, ovvero la supposta transizione del sistema energetico dalle fonti fossili alle cosiddette rinnovabili:

Primo, l’inaffidabilità delle rinnovabili e l’uscita dal nucleare hanno creato un problema nella fornitura dell’energia che causerà problemi alla Germania per anni. Per colmare le mancanze Berlino non ha altra scelta se non affidarsi alla generazione elettrica dalle inquinanti centrali a carbone…
Il secondo problema è l’impatto della transizione energetica sull’economia. Il costo dei sussidi pubblici è translato direttamente ai consumatori. Il risultato è che le famiglie tedesche pagano l’elettricità il doppio di quelle statunitensi. I prezzi per l utenze industriali sono cresciuti del 30% negli ultimi anni.

via T.com.

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.