La prima asta al ribasso scopre i bluff degli eolici

Segnaliamo questa analisi sull’esito delle aste per l’assegnazione della capacità eolica relativa all’anno 2013 apparsa sul sito della Rete di Resistenza sui Crinali

La prima asta al ribasso per l’assegnazione dei nuovi incentivi feed-in all’eolico industriale (al posto del precedente sistema, ingestibile ed onerosissimo, dei certificati verdi) ha raggiunto gran parte degli obiettivi che il Governo si era riproposto con il Decreto del 6 luglio scorso.
Si è infatti realizzata la prevista, consistente, riduzione dell’insensato onere aggiuntivo a carico della collettività a cui ogni anno si doveva sottostare per soddisfare le brame predatorie degli eolici, ormai convinti, dopo tanti anni e tanti Governi che li avevano favoriti spudoratamente, della propria onnipotenza e quindi di incentivi sempre in crescita.

Fonte: Rete della Resistenza sui Crinali.

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività. Contrassegna il permalink.