Rinnovabili, il decreto Di Maio pietra tombale sull’eolico in Italia?

C’è un settore che ha un buon motivo per sudare freddo leggendo le anticipazioni del decreto rinnovabili messo a punto dal ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, fotocopiando quanto già proposto dal suo predecessore, Carlo Calenda. Sono gli operatori dell’eolico. I primi a rischiare grosso. Visto come è impostato il decreto, è concreta la possibilità che le novità in esso contenute si traducano in un colpo, forse mortale, per la principale energia pulita dopo il fotovoltaico e l’idroelettrico. E

Sorgente: Valori.it

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività. Contrassegna il permalink.