Eolico, rifiuti, metano. Fin dove arrivano i tentacoli della piovra?

“Si allarga il giro di affari di Cosa nostra in Sicilia. Stamattina sono state sequestrate società, attività commerciali, immobili di pregio e disponibilità finanziarie, del valore complessivo di circa 48 milioni di euro. Dall’indagine sarebbero emerse presunte infiltrazioni di Cosa nostra negli affari delle società appartenenti ad un gruppo imprenditoriale che ha curato la metanizzazione in Sicilia. L’ultimo capitolo di un giro d’affari illecito che abbraccia anche i settori dell’eolico e dei rifiuti passando per i grandi eventi.”

Fonte: Sicilia Informazioni.

Questa voce è stata pubblicata in Criminalità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.