Il Washington Post sui legami tra mafia e rinnovabili in Sicilia

Segnaliamo questa inchiesta sugli investimenti effettuati dalla mafia in eolico e solare siciliani apparsa sul sito del Washington Post:

I legami ancora in parte da scoprire tra mafia e i settori dell’eolico e del solare, una volta in pieno boom, stanno sollevando nuove domande sull’uso dei sussidi pubblici per guidare una transizione verso le energie pulite, fonte di molte critiche per la creazione, tramite incentivi statali, di enormi profitti per le imprese coinvolte e di una bolla speculativa gonfiata dalla frode. La società cinese Suntech, leader mondiale dei pannelli solari, ha detto il mese scorso di dover rivedere due anni di bilanci a causa di presunti capitali fittizi usati per finanziare la costruzione di impianti in Italia. Queste scoperta segue una serie di casi di ecocorruzione in Spagna dove numerose società sono accusate di aver percepito illegalmente aiuti statali.

Questa voce è stata pubblicata in Criminalità e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.