LEGAMBIENTE SE CI SEI BATTI UN COLPO!

Un articolo di Elio Lanzillotti sul coinvolgimento di un ex dirigente della nota associazione “ambientalista” nell’inchiesta sulla mafia romana:

Mi chiedo anche, perché nessuno dice quale  era nel passato il ruolo di Odenaive nell’associazione ambientalista. Ve lo dico Io, dal 2003 al 2008 era nel collegio dei Garanti a giudicare gli iscritti e gli altri dirigenti!

Lo so bene perché porta la sua firma, una lettera del 2007  ove si respingevano le accuse di affarismo e eccessiva politicizzazione di Legambiente fatte con un ricorso ai Garanti dai 63 iscritti del circolo di Carovigno di cui ero Presidente.

Per quella lettera tutto il Circolo si dimise per protesta come accaduto in seguito a tanti altri circoli in Italia. Ora che so chi mi ha giudicato sento un grande disagio.

Tutti possono sbagliare e tutti possono incorrere in incidenti di percorso in ogni contesto anche in  Legambiente ma quando accade le cose si affrontano o dando subito  “solidarietà” o “dissociandosi” il silenzio assoluto come quello di Legambiente sulla vicenda è un atteggiamento non degno di una grande associazione ambientalista.

Poiché cominciano a essere troppe le grosse inchieste giudiziarie che vedono coinvolti dirigenti nazionali di legambiente, come il caso “ Cerroni – Malagrotta” sulla gestione dei rifiuti a Roma o quello del Parco nazionale delle Cinque Terre, credo sarebbe opportuno che il presidente Cogliati Dezza rassegni le proprie dimissioni per consentire un momento di profonda riflessione.

via La Valle dei Templi.

Questa voce è stata pubblicata in Criminalità. Contrassegna il permalink.