Rinnovabile selvaggio, vecchi vizi e pubbliche virtù?

Per l’amore dei nostri figli le energie rinnovabili sono importanti è un business che può vivere per sempre. Sembra un insegnamento salvifico-ambientalista, invece a parlare è un imprenditore indagato dalla procura anti-mafia di Palermo che dialoga con il boss Vincenzo Funari. Una visione missionaria che tutela gli imprenditori del settore e il megagiro d’affari, decisamente superiore a quello della droga (ex ministro Clini), e privilegi connessi, che in questa fase di profonda crisi, non solo non sono stati azzerati ma addirittura sono stati rimpolpati da altri incentivi sino a tutto il 2015 per una durata di 15/20 anni si parla di un giro di affari di 80 miliardi di euro stanziati dallo Stato a cui difficilmente faccendieri e imprenditori sapranno rinunciare; sono guadagni sicuri per due decenni senza rischio d’impresa, poiché l’energia è un bene indispensabile e le rinnovabili non hanno nemmeno costi di materie prime. Inoltre essendo queste energie pulite gli imprenditori godono, in molti casi, anche della benevolenza delle grandi associazioni ambientaliste.

via .

Questa voce è stata pubblicata in Criminalità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.