Energia eolica: la vittoria del Monte Mindino è la vittoria della montagna

Fino a qualche anno fa il Monte Mindino, nelle Alpi Liguri, era soprattutto conosciuto come facile e panoramica gita di scialpinismo. Poi ecco che è diventato oggetto di un enorme progetto di realizzazione di parco eolico. Ed è iniziata una lunga battaglia fra chi difendeva la natura e chi voleva usarla. Massimo Allamandola e Luca Giraudo, del Comitato Spontaneo ‘Mindino Libero’ ci raccontano come è andata a finire.

‘La storia dell’eolico industriale in Piemonte vede le sue prime battute nel 2003, quando a cavallo fra la Liguria e la Val Tanaro, nel comune di Garessio, viene autorizzato un impianto eolico di 5 torri, poi realizzato nel 2009. Ma è a partire dal 2006 che gli interessi speculativi si fanno più forti e vengono evidenziati proprio dal progetto proposto dalla Garessio Viola Eolico s.r.l. di Milano (GVE) sul Monte Mindino, cima estremamente panoramica oltre i 1800 m di quota: da lì si vedono tutto l’arco alpino occidentale fino alla Lombardia, tutto l’arco ligure fino alle Apuane e a volte anche la Corsica”

Fonte: Il Fatto Quotidiano.

Questa voce è stata pubblicata in Giurisprudenza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.