“Mini eolico”, il Tar blocca 4 progetti Irricevibile il ricorso di tre aziende

IL TAR rigetta e dichiara inammissibili quattro ricorsi di tre società pronte ad installare impianti mini eolici nell’area di palazzo San Gervasio. Le aziende sono la Sant’Agata Wind srl, Erg Eolica Basilicata srl e la Tyke srl. Tutte e tre avevano presentato il progetto per la costruzione di un impianto minieolico di potenza non superiore ad un megawatt. Installazione che, proprio in ragione al fatto che si tratta di impianti di piccola potenza, richiede un processo di approvazione molto più snello rispetto ai parchi eolici veri e propri. Ma la questione analizzata dal Tar riguarda tutta una serie di contenziosi con l’amministrazione di Palazzo San Gervasio, che avrebbe di punto in bianco, secondo quanto detto dalle aziende, cancellato la validità della cosiddetta “dia”, una sorta di procedimento unico che supera la valutazione di impatto ambientale e snellisce le pratiche per il minieolico e il fotovoltaico. E mentre sempre il Tar ha sbloccato i lavori per la creazione della stazione geotermica Teknosolar adesso la questione minieolico viene bloccata dal Tar.

via Il Quotidiano della Basilicata.

Questa voce è stata pubblicata in Giurisprudenza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.