Anche Forza Nuova contro il progetto del parco eolico off-shore a Licata

Riceviamo da Forza Nuova Licata:

Tra i tanti rifiuti dei comitati cittadini, delle istituzioni e della Regione Sicilia stessa anche Forza Nuova lancia il suo “no” circa il progetto di costruzione del parco eolico off-shore a 2-3 miglia dalla costa che si estenderà tra Gela e il Castello di Falconara. La decisione del Governo Nazionale rappresenta l’ennesima imposizione “tecnocratica” e che non tiene conto delle competenze e delle autorità regionali e locali sull’amministrazione delle proprie risorse turistiche, ambientali ed economiche.
Il nostro litorale è una delle irrinunciabili meraviglie che il popolo licatese può vantare da sempre: oltre a rappresentare l’incontaminatezza dell’orizzonte nasconde nelle sue profondità possibili siti archeologici conseguenti ai numerosi traffici marittimi e guerre navali della storia, che rischiano di diventare un patrimonio irrecuperabile.
All’esecutivo del draconiano banchiere Mario Monti poco importa della volontà del popolo, meglio favorire come al solito le macroaziende e le multinazionali, vedi ad esempio l’avanzata minacciosa della Mediterranean Wind Off Shore srl (società con Intesa SanPaolo detenente il maggior numero di azioni), tra le prime ad aver presentato il progetto di impianto di questi colossi ruotanti.
Forza Nuova ha l’intenzione di schierarsi in qualsiasi forma di contestazione di questo progetto diabolico a fianco delle realtà locali già manifestatesi, con la speranza che la Regione ricorra al più presto alle vie legali per annullare il provvedimento sconsiderato dell’attuale Governo.

Luca Cafarello, responsabile giovanile Forza Nuova Licata

Questa voce è stata pubblicata in Offshore e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.