Pale eoliche nel canale di Sicilia? Tre progetti, un unico grande flop

Visitare la Valle dei Templi, scalare il promontorio fino al Tempio di Giunone, ammirare il mare e scorgere in lontananza un parco eolico. In mare, proprio in quel canale di Sicilia di cui oggi si discute per le trivelle che andranno a cercare l’oro nero. È passato anche questo dagli uffici regionali siciliani. Quello che sembra soltanto un paradosso ha corso invece il rischio di essere realizzato. Sono stati tre i progetti presentati per l’installazione di impianti eolici off-shore nel Canale di Sicilia, la striscia di mare tra le coste siciliane e quelle tunisine, da tre aziende accreditate nel settore delle energie rinnovabili: la Enel Produzione, la Tre (Tozzi) e la Four Wind. Tutti progetti largamente articolati, che spiegano nel dettaglio da dove partire e come costruire delle costosissime fondamenta in mare per piazzarci sopra pale eoliche alte, in alcuni casi, anche 60 metri.

via L'Ora Quotidiano..

Questa voce è stata pubblicata in Offshore e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.