USA, Difficile equilibrio tra radar e pale eoliche

Ne scrive l’Agenzia AGI:

Per molti sistemi radar le enormi pale sono indistinguibili da ali di aeroplani creando vaste zone di blackout, che non hanno sinora provocato seri incidenti, ma intralciano le attivita’ militari. Tant’e’ che il Dipartimento della Difesa e’ divenuto il piu’ formidabile avversario dell’eolico negli Stati Uniti. Solo nel 2009 sono stati abbandonati o ritardati progetti eolici per circa 9000 megawatt per intervento delle autorita’ militari. Una quantita’ circa pari a quella installata sempre l’anno scorso. In effetti l’impatto delle pale eoliche sui radar e l’ostacolo, che ne deriva in tutti gli Stati Uniti e in vaste aree per le esercitazioni militari era stato negli scorsi anni gia’ argomento di polemiche. Ma la tensione e’ esplosa nel marzo di quest’anno, quando all’ultimo minuto il Dipartimento della Difesa ha impedito l’istallazione in Oregon di 338 turbine che corrispondevano al considerevole investimento di una cifra pari a 2 miliardi di dollari.

Questa voce è stata pubblicata in Interferenze e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.