Nicastro: nessun vuoto normativo per eolico

La recente sentenza del TAR Puglia che ha bocciato la normativa regionale implica che i progetti presentati dovranno passare attraverso la nuova, più stringente, normativa che recepisce le Linee Guida. Così dice l’Assessore Regionale Nicastro:

“La Regione, in ottemperanza a quanto disposto dai tribunali amministrativi, riavvia l¹iter di valutazione dell¹impatto ambientale di alcuni impianti eolici a Stornarella e Serracapriola. In questi giorni si è parlato di un vuoto normativo nel settore dell¹energia o di una possibile invasione di torri eoliche a seguito di alcune sentenze del TAR Bari. Lorenzo Nicastro, assessore regionale alla qualità dell¹ambiente, precisa che si tratta di sentenze di annullamento di precedenti pareri ambientali favorevoli relativi ad impianti eolici per i quali erano state previste le restrizioni del parametro di controllo, ai sensi dell¹allora vigente regolamento regionale 16/06. Il TAR, nell¹annullare le precedenti determinazioni, fa salve esclusivamente quelle torri eoliche soggette alle restrizioni del parametro di controllo. Gli uffici regionali competenti stanno provvedendo ad informare le società interessate del riavvio dei procedimenti di valutazione ambientale, che saranno condotte alla luce della vigente normativa. Nessun semaforo verde a priori, dunque, per gli aerogeneratori sospesi per effetto del parametro di controllo, indice dell¹affollamento di torri in un determinato territorio. Intendiamo procedere con trasparenza e chiarezza, conclude l¹assessore. Lo sviluppo delle fonti rinnovabili resta un nostro punto fermo, ma non può prescindere dalle evoluzioni normative più recenti.”

Fonte: Regione Puglia.

Questa voce è stata pubblicata in Giurisprudenza, Legislazione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.