Tavola rotonda a Tuscania:Paesaggio, Agricoltura, Produzione energetica: bellezza, sostenibilità, economia per la crescita e lo sviluppo del territorio”

Il Coordinamento 3T Tutela Territorio Tuscania, Coldiretti, il FAI e Italia Nostra organizzano a Tuscania, il 16 Giugno 2012 – h. 17,00 Chiesa di San Silvestro (Via 12 Settembre, Centro Storico) la tavola rotonda: “Paesaggio, Agricoltura, Produzione energetica: bellezza, sostenibilità, economia per la crescita e lo sviluppo del territorio”.

La cittadinanza, le associazioni culturali, gli amministratori, le forze politiche sono invitati a partecipare alla giornata di studio organizzata dal Coordinamento 3T insieme a Italia Nostra, Coldiretti e FAI Fondo Ambiente Italiano sul ruolo dell’agricoltura, del paesaggio e dell’energia per la crescita armonica e sostenibile del territorio.
L’agricoltura e il paesaggio giocano un ruolo fondamentale nell’economia del viterbese. I Dati dell’Osservatorio Economico Provinciale e dell’Istituto di ricerca economica G. Tagliacarne confermano la vocazione agricola del nostro territorio (Camera di Commercio, Viterbo). L’apporto del comparto al PIL provinciale è consistente con il 5,4% (Italia 1,9%) e il 37% delle imprese che operano nel settore dell’agricultara. In un panorama segnato dalla crisi, la Provincia di Viterbo si presenta con molte ombre e qualche significativa luce, ad esempio i positivi risultati dell’esportazione dei prodotti agricoli e agroindustriali e la crescita del comparto della bioagricoltura. La presenza di agriturismi è tra le più alte d’Italia. Per amplificare gli aspetti già positivi ed agire per superare crisi, servono strategie e politiche a sostegno e potenziamento di una agricoltura moderna e innovativa, per la tutela di un paesaggio agrario di incomparabile bellezza, per la valorizzazione delle risorse naturalistiche, archeologiche, architettoniche e storiche di un territorio unico al mondo, culla di antiche civiltà e vicino a flussi turistici importanti (la Capitale, il porto di Civitavecchia, la Toscana e il fil-rouge della Maremma, …).
In questo contesto, invece, si evidenziano in modo lampante per chiunque voglia soffermarsi a leggere i dati, le contraddizioni e i risultati delle “non politiche” e del “non governo” del territorio. Manca sull’orizzonte una visione e scelte capaci di indirizzare competenze, risorse umane, energie intellettuali e produttive per generare una crescita armoniosa e sostenibile, occupazione e prospettive per i giovani, benessere per l’intera comunità locale.


Tuscania è l’esempio emblematico e drammatico di queste “non politiche” e “non governo”. Il suo territorio è il più vasto della Provincia di Viterbo ed è caratterizzato (ancora, ma per quanto?) da terre fertili e paesaggi bellissimi, dalla presenza di testimonianze medievali, rinascimentali e barocche tra le più belle, da un centro storico, la cui ricostruzione è stata ammirata e studiata a livello internazionale. Ma è anche il territorio più aggredito e più minacciato: un impianto di compostaggio da 60.000 tonnellate che
infesta l’aria con le sue emissioni mefitiche, centinai di ettari minacciati da progetti di impianti energetici, fotovoltaico a terra ed eolico, biogas e biomasse. Più della metà dei progetti proposta per l’intera Provincia!
Cosa possiamo fare? E’ possibile generare strategie e politiche capaciti mettere insieme Paesaggio, Agricoltura e Produzione energetica? Quali sono le criticità, quali sono le opportunità? Cosa può fare il Comune? Come istituzioni, società civile, associazioni di categoria, imprese possono collaborare insieme? Queste sono le domande che nell’incontro odierno verranno poste ai rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni, delle categorie economiche, dai quali i cittadini si aspettano risposte e prospettive per un’azione efficace, partecipata, capace che generare cambiamento e di incidere positivamente sulla vita della comunità locale.

PROGRAMMA TAVOLA ROTONDA
Benvenuto e apertura dei lavori
Paesaggio, Agricoltura, Produzione energetica: come realizzare una crescita armonica e sostenibile
del territorio. Criticità e opportunità.
Tavola rotonda del Coordinamento 3T con rappresentanti di: Coldiretti, Italia Nostra, FAI, Camera di Commercio di Viterbo, Amministratori e rappresentanti di Regione, Provincia, Comune.
Domande e risposte e interventi del pubblico e delle Associazioni della Tuscia
Montebello. Vicende storiche di un sito agricolo e residenziale della Tuscia marittima
Presentazione del libro di Dante Cosi, edito a cura del Coordinamento 3T
Proiezione di fotografie di Marco Scataglini sul territorio della Tuscia e sui suoi paesaggi e sugli impianti
Conclusione dell’incontro

Questa voce è stata pubblicata in Manifestazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.