C’è ancora un futuro per Vestas?

Dopo il crollo in borsa di ieri emergono pesanti dubbi sulla capacità dell’azienda danese Vestas, il principale produttore mondiale di aerogeneratori, di sopravvivere. Il mercato, che ha visto il valore del titolo in borsa crollare del 92% dal 2008 non ha più fiducia nel management della società, che soffre per il taglio dei sussidi e per la sempre più forte concorrenza cinese. La società annuncia un importante piano di ristrutturazione che porterà alla delocalizzazione di fabbriche fuori dall’Europa e un modello di business più leggero con meno centri operativi regionali e un approccio globale. In altre parole si annunciano pesanti licenziamenti, perlomeno in Europa. Non è escluso che la società possa essere acquisita da qualche gruppo cinese o coreano.

Fonte: Bloomberg

Questa voce è stata pubblicata in Occupazione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.