Irpinia, un elettrodotto solo per l’eolico

Tra gli impatti ambientali ed i costi per la collettività derivanti dalle fonti cosiddette rinnovabili si dimenticano troppo spesso quelli relativi alle infrastrutture di distribuzione necessarie per portare l’energia elettrica da fonte eolica, generata quasi sempre in luoghi remoti, ai centri di consumo. Un classico esempio è l’elettrodotto in corso di realizzazione in Irpinia, i cui costi ricadranno sulla collettività:

“Dopo una fitta attività di confronto tra i Comuni di Bisaccia e Lacedonia (interessati all’attraversamento dell’infrastruttura), la Provincia di Avellino e la Regione Campania con la società nazionale Terna (costituita in attuazione dell’articolo 13 del decreto legislativo 79/99 cosiddetto “Bersani”, sul riassetto del settore elettrico, proprietaria della rete elettrica di trasmissione nazionale dal primo novembre 2005, titolare inoltre delle attività di trasmissione e dispacciamento), si è arrivati nell’ottobre scorso all’individuazione della «localizzazione ottimale del futuro intervento ‘elettrodotto 380 kV Bisaccia-Deliceto’ per quel che riguarda la fascia di fattibilità», si legge nel provvedimento con cui il consiglio comunale di Bisaccia ha approvato la prima convenzione con Terna spa. “

Fonte: Otto Pagine.

Questa voce è stata pubblicata in Costi per la collettività, Rete elettrica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.