Mario il disabile dichiara guerra alle pale eoliche davanti al giudice

“Può un disabile lottare contro le pale a vento? Sta accadendo a Maida, dove Mario sta molto male, è spastico e si muove sulla sedia a rotelle. Ha una malattia particolare che lo fa disperare quando sente un rumore, una porta che sbatte, un motore che romba, una luce violenta. Per diminuire i suoi attacchi di panico e i lancinanti mal di testa i genitori l’hanno portato in campagna. Ma a pochi metri dalla sua casa è nato un parco eolico, con due pale che girano giorno e notte. E la mente di Mario schizza sentendendo il rumore di quelle pale mosse dal vento che nell’istmo non smette mai.
Papà manovale e mamma casalinga non si danno per vinti. Il disagio del figlio trentenne è anche il loro disagio. Scrivono alla Camas Energy che si occupa delle torri eoliche, e l’azienda offre una cifra per il silenzio. Niente da fare. Mario soffre troppo, non è questione di soldi. (Nota di VdV: l’azienda smentisce decisamente questa circostanza, vedi questo articolo)
Non resta che la carta bollata. La famiglia si rivolge all’avvocato Nunzio Raimondi di Catanzaro che comincia a sollevare il problema in sede civile, ma anche in appello i giudici sentenziano che il ricorso contro quelle grandi eliche è infondato.”

Fonte: Lamezia Web.

Questa voce è stata pubblicata in Rumore e salute e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.