Appello degli operatori turistici tedeschi contro gli impianti eolici in Abruzzo. A rischio migliaia di presenze turistiche

“Su ‘il Centro’ di oggi (26 aprile 2012), nello spazio dedicato ai lettori del quotidiano, è stato pubblicato un intervento molto importante da parte di un operatore turistico tedesco (Herbert Grabe), riguardo alla proliferazione incontrollata degli impianti eolici in Abruzzo.

L’operatore turistico tedesco, che dal 1995 a oggi con la sua attività ha fatto registrare 10.000 pernottamenti in Abruzzo, si dice fortemente allarmato per la sciagurata politica in campo eolico, che mette a repentaglio il turismo e l’integrità naturalistica di alcuni dei luoghi più suggestivi ed integri d’Europa!

L’autore dell’articolo si riferisce al progetto eolico in previsione a Santo Stefano di Sessanio (AQ), alle porte del Parco Nazionale del Gran-Sasso e Monti della Laga.

Tra le tante cose, l’operatore dice: ‘non potrei più segnalare con stima o decantare questo vostro paesaggio unico ai miei ospiti (che per ospitalità sono anche i vostri), se elementi essenziali di questa natura vengono distrutti per negligenza o mancanza di riguardo‘.

E aggiunge che non è preoccupato solo per la sua attività turistica: ‘so che tutti gli operatori turistici, albergatori, gestori di trattorie e ristoranti, imprese di trasporto eccetera condividono la mia stessa preoccupazione‘.”

Fonte: Alto Vastese.

Questa voce è stata pubblicata in Turismo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.