Attacco al territorio di Enna

Riceviamo da SiciliAntica Enna:

Abbiamo avuto notizia dell’iter avanzato di un progetto per la realizzazione di una centrale eolica nei pressi dell’area naturale di Rossomanno, ricadente nel territorio del Comune di Enna. Le aree interessate sarebbero quelle di c.da Mandrascati e del monte Stella, a pochi km dall’abitato di Valguarnera, una zona ritenuta di particolare pregio sia per la presenza della riserva naturale di “Rossomanno Grottascura Bellia” sia per le vicine aree archeologiche di Rossomanno, dove sono attestati importanti insediamenti che vanno dal VII sec. a.C. fino al periodo medievale XIV sec., la zona è circondata da splendide aree boschive con la presenza di diversi agriturismi. Il progetto, presentato nel 2005 dalla Energia Pulita S.r.L. di Leonforte, prevede l’installazione di 16 torri alte circa 120 metri per una potenza totale di 32 MW. Stupisce non poco, come progetti presentati oltre dieci anni fà nel periodo 2002-2006 ne furono presentati in Provincia di Enna ben 50 stiano ritrovando improvvisamente vita in questi ultimi mesi, considerando che questa estate un altro progetto, quello di Piccirillitto Capobianco, al confine fra i territori di Enna e Assoro 15 torri alte 150 metri si era anch’esso risvegliato dopo un lungo letargo. Ma il tutto non finisce qui perché sembrerebbe che altri progetti di “parchi” eolici cosiddetti dormienti alcuni già bocciati dalla Soprintendenza e da altri Enti diversi anni orsono starebbero per riprendere vita uno pare in zona di Piazza Armerina. Le Associazioni che operano sul territorio a tutela del paesaggio e dei beni culturali, non potendo assistere impotenti a tutto questo scempio, hanno deciso di riunirsi nei prossimi giorni per deliberare una azione forte di protesta. Seguirà un comunicato ufficiale a seguito della suddetta riunione.Qualunque Associazione che volesse far parte del nascente comitato può contattarci tramite messaggeria privata.SiciliAntica Enna

via SiciliAntica Enna.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.