Bocciata la centrale eolica a San Giorgio la Molara

La Regione Campania con Decreto 218 del 6 giugno 2012 ha bocciato il progetto di una centrale eolica, presentato dalla società IPVC, nel territorio di San Giorgio la Molara, in una delle zone del Sud Italia più devastata dall’eolico. Queste le principali motivazioni:

eccessiva diversificazione delle forme delle torri eoliche adottate nel corso del tempo, in quanto si riscontra la presenza di torri a traliccio alte 50 m d’altezza, per i generatori di piccola taglia da 650 Kw, nonché di torri tubolari da 90 m d’altezza per i generatori di grande taglia da 2,5 Mw;

effetto selva, soprattutto all’altezza delle quote di 700-800m s.l.m., favorito dalla progressiva saturazione dei suoli disponibili sulle creste dei rilievi, poste ad oltre 900 m s.l.m., in corrispondenza delle quali i layout sono sostanzialmente lineari;

significativo impatto visivo dai centri abitati di S. Giorgio la Molara, Montefalcone di Val Fortore, Castelfranco in Mescano e Ginestra degli Schiavoni.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.