Caporale a Lacedonia: “Dobbiamo dire basta all’elemosina dell’eolico”.

“Era piena, ieri sera, la Sala Conferenze dell’Istituto delle Suore Figlie di Sant’Anna, per la presentazione del libro “Controvento – Il tesoro che il Sud non sa di avere”, di Antonello Caporale, organizzata dalla Pro Loco Giovine Lacedonia con il patrocinio del Comune di Lacedonia.

Il grande giornalista, penna di punta di Repubblica, testata per la quale ha firmato numerose ed importanti inchieste, è intervenuto con la sua consueta parlata spigliata e il suo tono pacato ma, facendo onore al suo cognome, parecchio deciso, senza peli sulla lingua, cercando di dare una scossa a quell’abitudine, tutta meridionale, di accontentarsi del poco.

“Non è accettabile -ha affermato entrando nel merito della questione eolica- che qui noi diamo tantissimo e loro ci diano pochissimo. Gli impianti eolici sul Formicoso -ha proseguito snocciolando qualche numero- assicurano un ricavo di ben 600 milioni l’anno. Perchè noi dobbiamo accontentarci di 4-5mila euro?”.

Quello dell’autore si può leggere come un attacco frontale da parte di chi, addentratosi nella materia, ne è rimasto talmente schifato da avvertire l’esigenza di scriverci un libro. “Certo -ci confesserà più tardi-, poteva essere scritto dieci o quindici anni fa. Ma il contatto con questo settore l’ho avuto soltanto da poco, e appena ho approfondito ho deciso di mettere nero su bianco tutte le storture e gli abusi che vi ho trovato”.”

Fonte: Domenico Bonaventura blog.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.