Gravina in Puglia: Syssitia contro l’eolico

“Lo scrivono forte e chiaro i professionisti che hanno dato vita al laboratorio Syssitia, nato su iniziativa dell’assessorato comunale alla cultura, guidato da Laura Marchetti, e coordinato dall’archietto materano Pietro Laureano, per la progettazione sociale del museo dell’acqua e della pietra.

In coro, dicono no al parco eolico che sta sorgendo in questi giorni in località Piana dei Rizzi, nel territorio a confine tra Gravina e Poggiorsini e che prevede l’installazione di 24 aerogeneratori, di cui 21 in territorio di Gravina, dalla potenza complessiva di 72 megawatt.

‘Nella zona, di notevole interesse paesaggistico e architettonico, insiste infatti una importantissima area archeologica con strutture abitative risalenti già al VII secolo a.C. fra cui una domus imperiale in località Vagnari. Negli anni passati essa perciò è stata oggetto di scavi e di studi da parte della comunità scientifica internazionale, che ha ipotizzato, come nel recente convegno di Edinburgo, la presenza di una antica capitale dei popoli italici’, si legge nel documento”

Fonte: Gravina Life.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.