Quel progetto ucciderà la città. Blocchiamolo

E’ la posizione del PD di Francavilla Fontana sull’impianto eolico in progetto:

“La convocazione di una seduta monotematica del Consiglio e l’immediata e forte presa di posizione dell’amministrazione comunale contro il faraonico progetto “verde” che prevede l’insediamento di 53 pale eoliche alte più di 150 metri ciascuna all’interno del territorio comunale di Francavilla Fontana. E’ quanto chiede a gran voce il Partito democratico cittadino rivolgendosi in primis al sindaco Vincenzo Della Corte, reo secondo il Pd di un colpevole silenzio.  “L’amministrazione comunale – è l’accusa lanciata dal segretario Marcello Cafueri e dall’archietetto Cosimo Vozza – avrebbe dovuto fare di tutto per impedire un tale scempio e  avrebbe dovuto comunque e in ogni modo, opporsi con tutti i mezzi ad un progetto siffatto. Invece tutto è passato sotto silenzio per ben 2 anni e si sono anche fatti scadere i termini per le prime opposizioni”.  Ora, dice il Pd, è il momento di recuperare il tempo perso. Perché quello a cui più o meno consapevolmente va incontro la città, scrivono, è la devastazione. Con le sue 53 pale alte ognuna fino alla punta dell’elica come Chiese Madre di Francavilla messe l’una sopra l’altra, la dimensione del progetto “è tale – scrive il Pd – da generare un danno irreversibile all’ambiente e al paesaggio che già aveva subito i danni dell’urbanizzazione selvaggia e dell’abusivismo”.
Non solo: “Le località interessate dall’intervento – ricorda la nota – (Casalicchio, Cantagallo Mogaveri) sono ad ovest da via per Ceglie, via per Villa Castelli, via per Grottaglie, via per Carosino, e poi  ad est via per Brindisi. E le pale, se dovessero essere installate, sarebbero visibili da tutto il territorio comunale ed anche dai paesi limitrofi. “

Fonte: Senzacolonne.it.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.