Vincenzo Viglione, consigliere Regione Campania sull’eolico a Morcone

Per anni i cittadini e i comitati impegnati nella difesa del territorio dall’installazione incontrollata di pale eoliche tra i monti e le valli dell’Alto Sannio hanno denunciato i profondi danni al passaggio e il pericolo per l’economia rurale che caratterizza tali aree. E più volte sono stati evidenziati i gravi rischi di compromissione delle falde acquifere dovuti alle trivellazioni per l’installazione di questi impianti. Denunce sempre inascoltate da parte di chi invece di impegnarsi per la tutela del territorio ha facilitato il proliferare selvaggio di pale eoliche e che nelle ultime ore però, come rilevato a seguito di un nostro question time rivolto alla giunta De Luca, trovano riscontro nel ritrovamento di acqua all’interno di alcuni dei fori di trivellazione e che sono la prova evidente dell’interferenza della costruzione di questi impianti con l’equilibrio naturale delle aree su cui si sta intervenendo.
Una notizia che ci ha spinto a chiedere alla giunta regionale di intervenire con verifiche urgenti sulle operazioni tuttora in corso di installazione delle pale per evitare danni al territorio ad oggi già enormi.
#StopEolicoSelvaggio #IoSonoAmbiente

Fonte: FB

Questa voce è stata pubblicata in Eolico e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.